skip to Main Content
A Cosa Serve E Come Funziona Un Addolcitore Acqua

A cosa serve e come funziona un addolcitore acqua

L’acqua che viene erogata dai nostri rubinetti è sempre sicura e potabile, grazie ai numerosi test che vengono regolarmente effettuati per garantirne la potabilità. Tuttavia, nessuno può sapere cosa si nasconde all’interno delle tubature: al loro interno, infatti, il calcare tende ad accumularsi creando ostruzioni che possono rendere l’acqua eccessivamente “dura”… una caratteristica che, sul lungo periodo, può influire negativamente su diversi aspetti.

Per chi non avesse rudimenti di chimica, l’acqua si definisce “dura” nel momento in cui al suo interno si trovano elevate quantità di calcio, magnesio ed altre sostanze che contribuiscono alla formazione del calcare. Non si tratta di acqua nociva, se non in rari casi (come per esempio nelle persone che soffrono di calcoli renali), ma è comunque possibile “addolcirla” tramite un apposito dispositivo: l’addolcitore, per l’appunto!

Vuoi saperne di più sulla definizione di “durezza” dell’acqua?
Leggi qui l’articolo di approfondimento che abbiamo scritto per te

A cosa serve un addolcitore d’acqua

A tutti sarà capitato, prima o poi, di trovare delle incrostazioni . E ancora più spesso può succedere di individuare delle formazioni calcaree intorno ai rubinetti della nostra cucina, magari accumulate all’interno dei solchi più impervi da pulire. Sì, è una bella scocciatura e nella maggior parte dei casi ci limitiamo a rimediare a tutto questo con un flacone di scioglicalcare e un po’ di sano olio di gomito… senza pensare che la cosa migliore da fare sarebbe risolvere il problema alla radice.

Per quali ragioni tutta questa urgenza per un fenomeno così comune? Beh, è presto detto: la presenza eccessiva di calcare nell’acqua della rete idrica non comporta solo una seccatura dal punto di vista estetico, ma nasconde una serie di insidie non indifferenti che la maggior parte delle persone tende (sbagliando) a minimizzare: le condizioni stesse delle tubature che trasportano l’acqua vengono infatti messe a repentaglio dalle formazioni calcaree, così come tutti quegli elettrodomestici che utilizziamo quotidianamente.

Ciò avviene per un motivo molto semplice: la composizione chimica del calcare è data per gran parte dal magnesio e dai carbonati di calcio contenuti nell’acqua stessa; queste sostanze, una volta che l’acqua evapora, si solidificano e danno vita a quelle fastidiose conformazioni biancastre e giallognole. E sono proprio queste incrostazioni che, nel corso del tempo, si ingrandiscono e rischiano di compromettere anche permanentemente il funzionamento di caldaie, scaldabagno, lavastoviglie e quant’altro.

Come funziona un addolcitore d’acqua

Per evitare spiacevoli inconvenienti del genere, dunque, bisogna ridurre le possibilità che si formino delle incrostazioni calcaree non solo sulle nostre stoviglie, ma anche all’interno delle tubature e nei circuiti degli elettrodomestici. Per farlo, Ecoline mette a vostra disposizione la sua esperienza nel ramo degli impianti per il trattamento dell’acqua e vi propone la sua serie di addolcitori a scambio ionico: nonostante il nome complesso si tratta di dispositivi piuttosto semplici, il cui funzionamento è tanto basilare quanto efficace e che si possono facilmente installare , dopo il contatore di casa 

Come funzionano questi addolcitori? L’acqua che entra in questi dispositivi viene semplicemente fatta scorrere attraverso delle cosiddette “resine cationiche”: questi polimeri insolubili (ovvero che non si sciolgono nell’acqua), grazie alle loro proprietà e alla loro capacità di scambiare gli ioni positivi, riescono a trattenere i sali di calcio e magnesio, scambiandoli con il sodio. Così facendo l’acqua che ne fuoriesce si può considerare “addolcita”… ovvero priva tutte quelle sostanze che contribuiscono alla formazione del calcare.

Il passaggio dell’acqua “dura” porta le resine cationiche ad esaurirsi progressivamente, ma non è un problema: è possibile rigenerare le loro funzioni grazie a una semplice soluzione acquosa contenente cloruro di sodio (del semplice sale da cucina  ). Questa “salamoia”, fondamentale per il funzionamento dell’addolcitore, viene stoccata in un apposito contenitore e rilasciata grazie a una valvola programmabile: il tutto è completamente automatico e l’unica preoccupazione dell’utente sarà quella di controllare il contenitore del sale.

Tutti i vantaggi di un addolcitore d’acqua

Abbiamo già parlato di quali conseguenze possa avere un’acqua eccessivamente “dura” sui nostri elettrodomestici da cucina e di come questa possa causare antiestetiche incrostazioni su vasche, elettrodomestici e rubinetti, con tutte le conseguenze del caso: tubature intasate, lavatrici e lavastoviglie malfunzionanti e – soprattutto – un gran dispendio di tempo e denaro. Installando un addolcitore, inoltre, è possibile risparmiare considerevolmente anche dal punto di vista del consumo energetico

Sì, avete capito bene: per ogni millimetro di incrostazione calcarea depositata sulle resistenze che scaldano la nostra acqua, si stima un aumento dei consumi che può raggiungere dal 30% al 40%. Questo perchè il calcare, quando si accumula in quantità importanti, svolge un ruolo da isolante termico che rende più lente e difficoltose le operazioni di riscaldamento dell’acqua, andando a incidere direttamente sulle bollette: secondo alcune ricerche una famiglia di tre persone, grazie all’installazione di un addolcitore d’acqua, può risparmiare fino a 500/700 euro all’anno.

Infine va sottolineato che – nonostante l’acqua calcarea non sia nociva per l’uomo – avere un addolcitore può essere d’aiuto anche per la nostra salute: meno calcare nell’acqua significa anche meno possibilità di sviluppare patologie come i calcoli renali. Inoltre, la presenza di sodio nell’acqua contribuisce a rendere la pelle meno secca e più morbida. Se volete saperne di più non esitate: tramite il modulo in fondo a questa pagina potrete contattare i nostri esperti, che saranno lieti di rispondere ad ogni vostra domanda sugli addolcitori e sugli impianti di addolcimento dell’acqua. Vi aspettiamo!

Richiedi Informazioni


    Autorizzo il trattamento dei miei dati
    Dove siamo

    Via Domenico Martoni 9/11
    47122 Forlì FC

    FOLLOW US
    Back To Top